mercoledì 29 febbraio 2012

Il Louvre e i giovani italiani



Vogliamo segnalare due articoli, il primo di Gian Antonio Stella sul Corriere della Sera

«Oh,les italiens!». Gli sbuffi d'impazienza di Nicolas Sarkozy ai tempi dello scontro sulla Bce sono al Louvre sospiri di ammirazione: «Oh, les italiens!». E non solo per Leonardo e Raffaello e Giotto e Botticelli e Beato Angelico e tutti gli altri geni la cui luce illumina sfolgorante le gallerie.
Italiano è il presidente del comitato scientifico del museo, Salvatore Settis, già direttore del Getty Research Institute di Los Angeles e della Scuola Normale di Pisa e presidente del Consiglio Superiore dei Beni Culturali .... Italiano è l'architetto Mario Bellini che con il francese Rudy Ricciotti e con imprese in buona parte italiane, sta facendo il nuovo stupendo dipartimento di Arti islamiche scavando (senza chiudere un giorno le gallerie coi capolavori ai piani di sopra: inimmaginabile, da noi) fin sotto le fondamenta del palazzo. Italiano è il responsabile delle biglietterie che vendono quasi 9 milioni di ticket all'anno, Antonio Fabro. Italiana Federica Mancini, del Dipartimento arti grafiche e Daniela Miccolis della Direzione Lavori e Monica Preti, responsabile della programmazione di storia dell'arte dell'Auditorium e tanti altri che, lasciata un'Italia disinteressata se non ostile ai giovani di eccellenza, si sono presi lo spazio giusto nel più grande museo del pianeta......

Il secondo da Varesenews  con un 'intervista di Roberto Rotondo alla varesina Federica Mancini

....
E la vita com’è?«C’è ad esempio molta tutela per la maternità e i figli. La vita è più semplice perché i servizi funzionano. Per ogni problema, hai sempre qualcuno che ti risponde dall’altra parte del telefono».

Quali sono le cose che ami di più nel tuo museo?
«Il martedì il Louvre è chiuso, e io spesso vado nella grande sala dove c’è “La zattera della medusa" di Gericault, il mio quadro preferito. Quando sto lì seduta, da sola, penso davvero che è tutto ok. Anche quando la mattina vedo la fila davanti alla piramide, mi dà il senso che va tutto per il verso giusto».

Dai un consiglio a un ragazzo che vorrebbe fare una carriera come la tua
«Non sfiduciarsi mai. Essere umili e determinati. E poi consiglio un libro, di Tommaso Montanari. Si chiama “A che cosa serve Michelangelo?” e mi ha molto ispirato in questi anni».

Forse bisognerebbe anche avere tutto il tuo entusiasmo…
«Perché si vede così tanto? Beh sì, sono un’entusiasta per natura»

Concludiamo ancora con l' articolo di Stella:

...Per restituire vita all'area di Lens, zona industriale sempre più de-industrializzata, ad esempio, Stato ed enti locali hanno deciso di investire nel nuovo «Louvre-Lens» (il museo metterà opere, esperienza e nome) 201 milioni. Un mucchio di soldi. Ma i promotori sono sicuri: ne faranno girare, con tutto l'indotto turistico, sette volte di più. Un miliardo e quattrocento milioni. Vuoi vedere che non è vero che con la cultura non si mangia?

non sarebbe il caso di chieder la questi giovani dei consigli?

Nessun commento:

Posta un commento

VERDEOLONA, verso Olona River Park 2030

Il programma del Workshop " VERDEOLONA, verso Olona River Park 2030 " rivolto ad Amministratori, Tecnici, Professionisti ...