martedì 2 aprile 2013

il confine fra sogno e realtà





Sceneggiatura: Marco Peroni
Disegni: Riccardo Cecchetti
BeccoGiallo Editore

Industriale di fama internazionale, intellettuale, politico, riformatore, urbanista, editore. Adriano Olivetti fu questo e molto altro ancora. Credeva in una società di tipo nuovo, al di là del capitalismo e del socialismo. Attorno alla sua Ivrea, “l’Atene degli anni Cinquanta”, costruì il prototipo di un nuovo ordine, una comunità concreta in cui industria e cultura, profitto e solidarietà, produzione e bellezza si tenevano per mano. Per più di un decennio, sotto la sua guida, in questo angolo di mondo il confine fra sogno e realtà parve sul punto di dissolversi.

Premio Micheluzzi 2012 per la miglior sceneggiatura al Napoli Comicon
"Uno dei migliori 10 graphic novel del 2011" - Eugenio Spagnuolo, Wired.it
"Una graphic novel che è un incanto e un approfondimento insieme, un romanzo e una visione, un lavoro non di nostalgia, ma di proposta." - la Repubblica
"Forse il più bel testo di politica contemporanea." - Furio Colombo
"Non è facile, in tempo di crisi, scomodare l'utopia di Olivetti senza scivolare nella retorica, o peggio, senza piegarne il mito ad altre esigenze." - il Venerdì di Repubblica

 “Può l’industria darsi dei fini? Si trovano questi soltanto nell’indice dei profitti? Non vi è al di là del ritmo apparente qualcosa di più affascinante, una destinazione, una vocazione anche nella vita di una fabbrica?”




Nessun commento:

Posta un commento

VERDEOLONA, verso Olona River Park 2030

Il programma del Workshop " VERDEOLONA, verso Olona River Park 2030 " rivolto ad Amministratori, Tecnici, Professionisti ...