lunedì 22 luglio 2013

Nuove Vie

Il progetto delle Vie d’Acqua si inserisce all’interno del quadro complessivo delle infrastrutture di Expo 2015 con un triplice obiettivo: connettere il sito dell’esposizione alla città e al territorio, sviluppare un’offerta turistica sostenibile e lasciare in eredità a Milano e alla Lombardia un parco e una rete di percorsi ciclabili.


Le linee d’azione individuate prevedono quindi la riqualificazione paesaggistica e ambientale del reticolo idrico esistente attraverso il potenziamento della rete irrigua tra Canale Villoresi e Naviglio Grande, la riconnessione delle aree a verde e agricole dell’Ovest milanese e una promozione turistica da realizzarsi tramite modalità di fruizione sostenibile del territorio .

Nello specifico, l’opera principale a livello idrografico sarà il canale secondario lungo 20 km che andrà a collegare il Villoresi al sito Expo e quindi al Naviglio Grande, realizzando di fatto una connessione tra Parco delle Groane e Parco Agricolo Sud. Il canale sarà affiancato da un percorso ciclo-pedonale che attraverserà il Parco delle Cave, il Parco di Trenno e il Boscoincittà, interconnettendosi con le stazioni della metropolitana e del passante ferroviario.

I nuovi itinerari ciclabili apriranno, grazie al collegamento tra Naviglio Grande e Canale Villoresi, un nuovo ventaglio di opportunità a corto raggio: Parco Cave e Boscoincittà (8 -12 km), Sito Expo (16 km). Ma anche di media e lunga percorrenza: Castellazzo di Bollate (26 km), Villa e Parco di Monza (42 km), Dighe di Panperduto passando lungo il Villoresi (75 km).

L’approdo di tutti i percorsi sarà la Darsena, individuata come il luogo-simbolico della Milano “città d’acqua”. Il porto storico della metropoli verrà riqualificato secondo le linee d’intervento definite dal progetto vincitore del Concorso internazionale del 2004. Il miglioramento della qualità delle acque della Darsena, ritenuto un obiettivo di importanza primaria, sarà  garantito dall’immissione dell’acqua irrigua proveniente dal Villoresi attraverso il nuovo canale secondario.

Sarà l’impresa vicentina Maltauro Spa, in qualità di mandataria di un raggruppamento, a realizzare le Vie d’Acqua Sud previste nell’ambito di Expo 2015. L’appalto, del valore di 42,5 milioni di euro, prevede la costruzione di  opere idrauliche, edili e viabilistiche al  collegamento idraulico fra il sito Expo e il Naviglio Grande.


Il tempo a disposizione è stato fissato in 600 giorni, nel corso dei quali dovranno vedere essere portati a compimento i nuovi alvei dei corsi d'acqua (sia a cielo aperto che non), i ponti pedonali sul Naviglio Grande, le  opere di consolidamento e riqualificazione delle sponde, la sistemazione paesaggistica e la relativa viabilità con connessioni ciclopedonali lungo il tracciato dell’infrastruttura.



Senza dimenticare la Via Lattea: il Parco Agricolo Sud Milano una delle cinture verdi metropolitane più estese d'Europa dall'immenso patrimonio naturale e culturale.




sabato 6 luglio 2013

Idee Estive per i nostri piccoli amici


Gli amici di Caricaidee vi consigliano alcuni libri e film per rendere la vostra estate ancora più speciale e divertente.


Per i bambini della scuola materna:

La palla rossa
Di Matthias Karl, Edizioni C’era una volta
Un bellissimo gioco, antico come il mondo, tutto da riscoprire.
10 viaggi e un sogno
Di Meritxell Martì e Xavier Salomò, Gallucci
Un libro magico per viaggiare e per fantasticare! Sali a bordo di navi, treni, elicotteri, slitte e comincia il viaggio!

Per le Elementari:

Pippi Calzelunghe”,
Di Astrid Lindgren, Nord-Sud Edizioni
Pippi Calzelunghe ha nove anni. Vive a Villa Villacolle con un cavallo, una scimmia e una valigia piena di monete d’oro. Non ha paura di niente, ne combina di tutti i colori e i suoi amici sono Tommy e Annika, due bambini con cui passa le sue giornate condividendo mille avventure. Un libro che ha affascinato intere generazioni di bambini.

Il grande viaggio della piccola Angelica”,
Di Charlotte Gastaut, Gallucci
Prima di uscire, Angelica dovrebbe riordinare la sua camera. Ma preferisce piuttosto sognare altri mondi…Un libro per leggere, giocare, sognare, viaggiare tra mare, cielo e terra, pagina dopo pagina.

Arte facile
Edizioni Usborne
D’estate si ha più tempo per dedicarsi ai passatempi preferiti. Segnaliamo questo libro per chi ha voglia di dilettarsi a fare “l’artista”, sperimentando le tecniche pittoriche di base, per arrivare a realizzare composizioni creative, dettate dalla propria fantasia.

Per genitori, nonni, insegnanti:



Momo” Di Micheal Ende, SEI
Momo è una ragazzina di dieci anni circa. È orfana, ma è circondata da tante persone che le vogliono bene . Momo ha una grande virtù: sa ascoltare gli altri in una maniera assolutamente unica. E ha una grande ricchezza: il tempo. Il tema centrale del romanzo è proprio quello del tempo e del modo in cui esso viene impiegato nella società occidentale moderna.
Una volta apprezzato il libro, diverrete ottimi interpreti per i vostri figli o nipoti di una storia che li appassionerà.


E…Per quanto riguarda i film:

Per i più piccoli:



Il mio vicino Totoro”Di Hayao Miyazaki

Le sorelline Satsuke e Mei si trasferiscono insieme al padre in una nuova casa, in campagna, in attesa che la madre venga dimessa dal vicino ospedale. Per le due bambine inizia un viaggio alla scoperta di un nuovo mondo, abitato da creature fantastiche, visibili solo agli occhi dei bambini, tra cui Totoro, una creatura grigia e morbida, che aiuterà le due sorelle in diverse disavventure.




Per i più grandi: 



Ember – il mistero della città di luce”Di Gil Kenan

Ember è una città sotterranea che vive nascosta da oltre 250 anni, dove non c’è un cielo e l’unica luce è data da lampadine a incandescenza sparse lungo la città. Oltre Ember, dicono, non c’è nient’altro che Ember. Ma la luce tende ad affievolirsi sempre di piú, anche se nessuno sembra accorgersene, tranne due bambini, Lina Mayfleet e l’amico Doon Harrow, che con l’aiuto di un’antica pergamena faranno di tutto per salvare la città dalla totale oscurità.

Tutto lo Staff di Caricaidee Vi augura buone vacanze!
e stannoo preparando numerose sorprese che vi aspettano dopo la pausa estiva;
nel frattempo Vi ricordiamo :

Vacanze Vagabonde

100 città raccontate da NUOK "Fare boccacce alle 

faccione  stupite dello Sheldonian Theatre di Oxford, 

immortalare i  turisti che si fanno una foto con i sosia di Putin 

e Lenin a  Mosca, abbracciare un koala al Lone Pine 

Sanctuary di Brisbane".La potete scaricare qui ->

http://www.nuok.it/nuok/la-nostra-guida-gratuita-nuok-summer-2013/

Cos’è Nuok?

In 15 parole, Nuok è un magazine online di viaggio, arte,
cibo, chiavi usb nei muri e cultura. Se sei interessato a far 
parte della redazione e diventare così un nuoker segui il link
Il nuoker è il redattore di Nuok. I suoi requisiti sono i 
seguenti: giovane, italiano, curioso, ironico, viaggiatore. 






giovedì 4 luglio 2013

L'Italia del miracolo sfiorato

Dall' introduzione del libro Avevamo la Luna di Michele Mezza:



"La luna come simbolo atavico di un futuro felice e vincente. Come emblema di un possibile ,nuovo, rinascimento . Una Luna che ancora oggi ci tenta con il suo inafferrabile ammiccamento. Innovazione, creatività,ma anche studio e fatica.
Come diceva Thomas Edison, che della materia se ne intendeva,l’innovazione è sempre il risultato ” 99% traspiration, 1% ispiration”. Una proporzione questa di Edison che rovescia copernicanamente l’impostazione idealistica della cultura italiana, ancora tutta abbarbicata al mito dell’idea. ” Le idee non costano niente. E poi sono una risorsa abbondante, probabilmente inesauribile. Qualsiasi genitore che abbia lasciato il suo bambino di due anni da solo per qualche minuto sa che avere idee è una caratteristica innata degli essere umani e non richiede formazione o istruzione speciale. È lo sviluppo organizzato delle idee costruttive che rappresenta una sfida gestionale .”
Così Thomas A. Stewart scriveva nel 1997 in Intellectual Capital: The New Wealth of Organizazion , avendo quale obiettivo quello di portare al centro dell’azione manageriale la gestione del Capitale Umano. Tutto il suo libro pone l’attenzione sul valore patrimoniale rappresentato dalle capacità delle persone impegnate in azienda e come vi sia una responsabilità manageriale forte nel riuscire ad utilizzare tale patrimonio.E’ il capitale umano nella sua strutturazione, nella sua concreta organizzazione in imprese e istituzione il motore dell’innovazione.
Questo rimaner il punto dolente del sistema Italia. Infatti l’impasto di sudore e creatività è un prodotto made in Italy, come dimostrò anche il cronotopo 62/64 . Ma è sul versante del capitale umano, e della sua cristallizzazione in infrastrutture imèprenditoriali e istituzionali a sostegno dello sviluppo che si verifica il collasso.
Il triennio che analizziamo nel nostro libro è una gigantesca lente d’ingrandimento sull’insufficenza del capitale umano nell’accezione che abbiamo prima riportato. ’62/’63/’64 : tre anni di grandi corse, di spericolate acrobazie, di scoperte e innovazioni. 40 mesi vissuti tutti d’un fiato. Come una corsa su una di quelle erlegantissime automobili che venivgano sfornate dalle aziende italiane. Con una continua alternanza di improvvise accelerazioni e brusche frenate . Un sorpasso continuo, concluso in una curva senza uscita, come l’elegantissima Lancia Aurelia del film Il Sorpasso, del grande Dino Risi,interpretato da un baldanzoso, Vittorio Gassman e da un fremente, Jean-Louis Trintignant,prodotto proprio nel 1962, che abbiamo messo sulla nostra copertina.
Furono anni di grandi carezze alla luna quelli. Di timidi avvicinamenti, quasi tenere avance al futuro. Grandi speranze, fondate ambizioni, molte improvvisazioni. Troppi errori. E significative colpe. Carezze e schiaffoni si alternarono sul volto del Paese..."

Avevamo la luna è un progetto editoriale che va ben oltre il libro con molto materiale multimediale raccolto in un sito internet.

qui la recensione di Marco Giovannelli:
http://marcogiovannelli.blogspot.it/2013/07/potevamo-avere-la-luna.html

il Partigiano Luigi Giudici

"Luigi era il primo dei nostri tre figli: era nato a Solbiate Olona il 9 Febbraio 1926. A lui seguirono nel 1927  Alessandro  e nel 1...