giovedì 26 giugno 2014

Consigli di Lettura per l' Estate

L’estate è arrivata e si stanno avvicinando le vacanze! Per il vostro tempo libero, suggeriamoqualche consiglio di lettura “estivo”, che troverete visitando il sito www.caricaidee.it selezionati  dai nostri amicie di Caricaidee. Ce n’è davvero per tutti i gusti:
 
SCUOLE MEDIE

“Gli indivisibili”
Di Jerry Spinelli
Mondadori, 2012
Un originale romanzo scritto sotto forma di diario, alternando le voci dei gemelli Jake e Lily, da Jerry Spinelli, autore di “Stargirl” e abile narratore dell’età adolescenziale. Con stile fresco, leggero e ricco di spunti di riflessione il libro racconta le difficoltà del “diventare grandi” e dell’affermare se stessi, attraverso le vicende dei due gemelli. Dapprima i due fratelli sono talmente indivisibili da sembrare quasi uniti da uno strano segreto a cui danno il nome di “goomble”, ma poi si allontanano rimanendo coinvolti in storie di bullismo, purtroppo più che mai attuali.

“Gli invisibili 3 – Il castello di Doom Rock”
Di Giovanni del Ponte
De Agostini, 2010
Il nuovo anno scolastico è appena iniziato e Douglas, da poco iscritto al prestigioso collegio di Doom Rock, deve fare i conti con la ferrea disciplina che governa l’istituto e con i bulli che spadroneggiano nelle aule del castello. Non mancano colpi di scena e storie di amicizia e poteri speciali.Un altro libro a proposito di bullismo, questa volta affrontato con grande sensibilità da un autore italiano, è il terzo capitolo dell’avvincente saga de “Gli Invisibili”.

“La commedia umana”
Di William Saroyan
Brossura, 2010
Siamo negli anni ‘40, a Ithaca, una cittadina degli Stati Uniti da cui molti ragazzi sono partiti per fare i soldati senza sapere se mai ritorneranno. E ovviamente c’è chi aspetta, che tornino o che arrivi il telegramma per annunciare che non succederà mai più.A consegnare i telegrammi è Homer, un ragazzino di quattordici anni, rimasto orfano di padre, con un fratello in guerra e altri a cui badare. La mattina va a scuola, il pomeriggio lavora. Aspettando e sperando, ma continuando comunque a vivere, perché il mondo non si può fermare.

“L’estate dei segreti”
Di Chiara Carminati
Einaudi Ragazzi, 2012
Dario, tredici anni, spera di poter trascorrere l’estate con il suo amico Vittorio, come ogni anno, ma la sua famiglia ha ben altri progetti. Vuole trascorrere le vacanze a Dandelion, la vecchia casa degli zii, isolata nella campagna . Dario protesta, sicuro di annoiarsi, ma è tutto inutile. Durante un momento di estrema noia, il ragazzo tenta la fuga, ma si perde in un bosco e si infortuna una caviglia. Verrà soccorso da Simone, dallo sguardo indecifrabile e dall’aspetto selvatico, che gli offre aiuto e regalerà a Dario la sua amicizia, conducendolo nel cuore di piccole grandi avventure tra fiumi, canoe, sentieri nascosti e pesci siluro.Tanta natura e mille avventure: una miscela perfetta per una lettura estiva.
E per concludere… Un libro per tutti, sia per grandi sia per bambini…

“Storia di una lumaca che scoprì l’importanza della lentezza”
di Luis Sepúlveda
Guanda
Dopo il grande successo del libro “Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare”, Luis Sepúlveda torna con un’altra storia breve, ma che nella sua semplicità riesce, ancora una volta, a raggiungere tutte le età, proponendo piani di lettura diversi.
Una giovane lumaca va alla ricerca del proprio nome e del motivo della propria lentezza, una storia sulla scoperta del proprio sé, contro ogni omologazione, luogo comune o moda, con curiosità e voglia di conoscere e affermarsi.

 
SCUOLE ELEMENTARI e MATERNA

Per i bambini della scuola materna
“Nei guai”
Di Oliver Jeffers, Zoolibri
L’aquilone di Leo, come spesso accade, finisce impigliato tra i rami di un grosso albero. Serve una soluzione per poter continuare il gioco e Leo non è certo di quelli che si perdono d’animo o che chiamano gli adulti per risolvere i problemi. E’ proprio deciso a cavarsela da solo, mettendo in atto tutte le strategie possibili. Una storia imprevedibile e divertente!
Per i bambini tra 6 e 7 sette anni
Tre libri da riscoprire, magari insieme ai genitori durante le vacanze. Tre “classici” di grandi autori che uniscono generazioni diverse e che forse sono stati letti proprio dai genitori da bambini e che insegnano a giocare con la fantasia e la creatività.
 
“Cipi’”
Di Mario Lodi e i suoi ragazzi
Einaudi Ragazzi
E’ la storia poetica di un passerotto curioso e intraprendente che va alla scoperta del mondo, ma è soprattutto uno dei doni che ci ha lasciato Mario Lodi. Recentemente scomparso, l’autore di “Cipi’” nella sua vita ha sempre cercato “di interpretare un maestro che capiva i bambini veri e non li reprimeva come, invece, insegnavano ai corsi di formazione”, come ha scritto lui stesso. Mario Lodi ha basato il suo percorso pedagogico sul rispetto del bambino e sulla libertà di apprendimento e a lui dobbiamo molte delle innovazioni nelle scuole e nelle biblioteche che oggi ci sembrano scontate. “Cipì” è l’esempio più famoso delle diverse tecniche creative sperimentate dal maestro, il libro, infatti, è stato scritto da Mario Lodi con i suoi alunni, osservando la natura e la vita fuori dalla finestra dell’aula di una piccola scuola di campagna. Sono proprio i bambini ad aver inventato la storia, insieme hanno reinterpretato il proprio vissuto e i propri sentimenti e li hanno raccontati in modo fresco e poetico. Quello che nasce è una storia delicata, piena di fantasia e sorprese, ma anche ricca emozioni e valori senza tempo, capaci di unire generazioni diverse.

“Tante storie per giocare”
Di Gianni Rodari
Einaudi Ragazzi
Il volume raccoglie tanti racconti bizzarri, fiabeschi e a tratti surreali di uno dei più grandi scrittori italiani (Rodari è autore anche de “La Freccia Azzurra”, meravigliosa lettura per il Natale). La vera particolarità, però, di “Tante storie per giocare” è che, pubblicato nel 1971, esso può essere considerato come il primo esperimento di libro interattivo. Perché una storia dovrebbe avere solo un finale? Soprattutto perché non dovrebbe essere il lettore a scegliere come voler concludere il racconto? L’autore propone per ogni storia tre finali e invita a sceglierne uno o a inventarne uno diverso, un modo per giocare con le parole e la fantasia e, magari, per divertirsi insieme a mamma e papà.

“Cappuccetto rosso, verde, giallo, blu e bianco”
Di Bruno Munari ed Erica Agostinelli
Einaudi Ragazzi
Si può giocare con le fiabe tradizionali? Bruno Munari, uno dei più importanti protagonisti del secolo scorso per quanto riguarda l’arte, il design, la grafica e la didattica, ci presenta versioni della storia di “Cappuccetto rosso” alternative a quella classica dei fratelli Grimm a cui siamo abituati e ci catapulta in un mondo verde, giallo, blu e… bianco. Il colore, infatti, diventa il vero protagonista di ogni storia, nei disegni e nei testi, con trovate originale che non mancheranno di stupire per inventiva come, per esempio, in Cappuccetto bianco.
Per i bambini dai 10 anni in su…

“RE MIDA HA LE ORECCHIE D’ASINO”
Di Bianca Pitzorno
Mondadori
Il libro uscì nel 1996, ricordo di averlo ricevuto in regalo a Natale ma di non avergli dato molta importanza… poco attratta dal titolo… poi l’estate successiva mi ci sono imbattuta e ancora oggi a distanza di anni lo ricordo con affetto.
La protagonista della nostra storia è Làlage, una ragazzina di 11 anni che racconta la storia dell’estate che le cambierà la vita.La sua amatissima cugina Tilda, di 13 anni, passerà l’estate con lei e questa metterà in serio pericolo l’amicizia con Irene, la sua migliore amica.Si troverà al centro di innumerevoli avventure, si imbatterà nelle prime cotte e dovrà districarsi fra i dilemmi e i complessi che a quell’età sembrano insuperabili.
Un libro simpatico e intelligente e comunque molto attuale, ideale per una lettura estiva.

CONSIGLIO EXTRA:
“Dixit”

gioco in scatola distribuito in Italia da Asterion
Di Jean-Louis Roubira, illustrazioni di Marie Cardouat
Non è un libro… e allora che cosa c’entra? Intanto può aiutare a condividere il tempo e le esperienze e a sperimentare nuove forme di creatività. “Dixit” è un gioco per tutti, con pochissime e semplicissime regole, dove conta soprattutto saper usare inventiva e fantasia. Inoltre è un gioco con illustrazioni evocative molto belle e curate, degne dei migliori libri per bambini (cliccate qui per trovare ulteriori informazioni).

Tutto lo staff di Caricaidee augura vacanze rilassanti, ma ricche di emozioni e di cose nuove da scoprire e naturalmente li ritroveremo a settembre con nuove proposte, laboratori, eventi.
 
Per ricevere ulteriori informazioni sul sito, iscrivetevi alla  newsletter. È facile! Scrivete a caricaidee@gmail.com, indicando il vostro indirizzo di posta elettronica. Riceverete così tutte le news di Caricaidee in tempo reale, riguardanti laboratori, eventi, organizzati dalla nostra associazione. Se volete invece sostenere Caricaidee e i suoi progetti, potete farlo iscrivendovi all’associazione. Tutte le indicazioni le trovate qui.

C'è un cuore che batte in Italia(Camp)

Il Palindromo per l'Assemblea di ItaliaCamp: "Valore Paese - Economia delle Soluzioni"



Video di apertura dell'Assemblea di ItaliaCamp, Reggio Emilia 21 giugno 2014



Rassegna stampa: leggi qui

VERDEOLONA, verso Olona River Park 2030

Il programma del Workshop " VERDEOLONA, verso Olona River Park 2030 " rivolto ad Amministratori, Tecnici, Professionisti ...